Menu Chiudi

Approvazione del bilancio e sanzioni per omesso deposito

Approvazione Bilancio

Approvazione del bilancio srl e deposito

In questo articolo affrontiamo il tema di Approvazione del bilancio e sanzioni per omesso deposito del bilancio. Si tratta di una tematica di interesse per chi esercita attività di impresa con una società a responsabilità limitata.

La prima cosa che occorre sapere è che le società a responsabilità limitata sono soggette al deposito di bilancio a norma dell’articolo 2435 del codice civile.

L’iter di approvazione del bilancio

L’articolo di riferimento per approfondire l’iter di formazione e approvazione del bilancio per le srl è l’articolo 2478 bis.

In primo luogo è stabilito che il bilancio deve essere redatto conformemente alle norme dettate dalla sezione IX del capo V del codice civile. Si tratta della sezione che elenca i principi ai quali i redattori del bilancio si devono ispirare. e sono inoltre indicati, oltre agli schemi di bilancio, alcuni principi di valutazione che devono essere adottati dai redattori del bilancio.

La redazione del bilancio è affidata agli amministratori i quali saranno responsabili della corretta applicazione dei principi di bilancio.

Il bilancio deve essere presentato dagli amministratori ai soci entro il termine stabilito dall’atto costitutivo, e comunque non oltre i 120 giorni dalla chiusura dell’esercizio sociale. Considerando che la chiusura dell’esercizio sociale generalmente è fissata al 31 dicembre, gli amministratori dovranno presentare il progetto di bilancio ai soci entro il 30 aprile.

Possibilità di beneficiare di un termine maggiore.

Il codice civile prevede che l’approvazione del bilancio possa avvenire in un termine maggiore, ovvero di 180 giorni. Tuttavia per beneficiare di tale termine occorre che vi siano i presupposti.

Si potrà beneficiare del maggior termine (180 giorni), nel caso in cui l’impresa sia obbligata al bilancio consolidato, ovvero quando lo richiedo particolari esigenze relative alla struttura e all’oggetto della società.

Alcuni esempi possono essere quando ad esempio un’impresa ha delle partecipazioni in società estere, e quindi occorrerà attendere la formazione del bilancio della società estera per valutare la partecipazione in bilancio. Un altro esempio potrebbe essere ad esempio la presenza di una stabile organizzazione all’estero, anche in questo caso si verificherebbe una particolare esigenza relativa alla struttura della società.

Ciò che va rimarcato ad ogni modo, è che l’estensione del termine non può essere arbitraria, e comunque non legata a particolari giustificazioni riconducibili alla struttura e all’oggetto della società.

Inoltre per poter beneficiare del maggior termine, nel caso di srl, occorre che questa possibilità sia espressa nello statuto. Quindi è opportuno verificare se lo statuto della propria società ammette la proroga del termine, contrariamente occorrerà procedere con una sua modifica.

Votazione per l’approvazione del bilancio

I soci dovranno procedere con l’approvazione del bilancio. Questa potrà avvenire in prima convocazione, o in seconda convocazione. Generalmente si ricorre alla seconda convocazione quando la prima è andata deserta. La prima convocazione è deserta qualora non sia presente un numero di soci che rappresenti almeno la metà del capitale sociale. La delibera potrà essere assunta quindi in seconda convocazione qualora tale possibilità sia prevista dall’atto costitutivo. Sarà quindi l’atto costitutivo a prevedere il quorum costitutivo e deliberativo in seconda convocazione.

Cosa accade se il bilancio non viene approvato?

Si possono distinguere due circostanze:

a) il bilancio non è approvato pur in presenza dei quorum costitutivo e deliberativo (quindi voto contrario dei soci rappresentanti la maggioranza del capitale;

b) il bilancio non è approvato per via dell’impossibilità di costituzione dell’assemblea dei soci (ad esempio qualora l’assemblea vada deserta sia in prima che in seconda convocazione).

In questi casi potrebbe verificarsi realizzata una delle cause di scioglimento previste dall’articolo 2484 del codice civile.

In particolare della causa di scioglimento prevista dal comma 1, numero 3), cioè “per l’impossibilità di funzionamento o per la continua inattività dell’assemblea”

Ad ogni modo va ricordato che in caso di mancata approvazione del bilancio, l’assemblea dei soci non può modificare il progetto di bilancio redatto dagli amministratori, in quanto la formazione del bilancio spetta solo agli amministratori.

Deposito del bilancio.

Entro 30 giorni dalla decisione dei soci, il bilancio deve essere depositato presso il registro delle imprese. Il bilancio deve essere depositato congiuntamente con il verbale dell’assemblea dei soci.

Sanzioni per il mancato deposito del bilancio.

La responsabilità del deposito del bilancio è degli Amministratori. Le sanzioni sono applicate in base all’articolo 2630 del codice civile, e vanno da 137€ a 1376€. Si tratta di sanzioni maggiorate di 1/3 rispetto a quelle ordinarie per omessa esecuzione di denunce, comunicazioni e depositi.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *